giovedì 13 novembre 2014

I Muffins dei Cent'Anni ed MTC n° 43

Ciao cookers!

La sfida dell'mtchallenge si fa sempre più avvincente ed emozionante. in questo sito troverete così tanti spunti, curiosià, e ricette che se anche non amate la cucina vi verrà voglia di accendere i fornelli e cucinare per parenti e vicini, anche se non simpaticissimi.

Questa volta è stata Francy a proporre la sfida: i muffins dolci e salati.
Amo queste sfide in cui si può sperimentare continuamente nuovi procedimenti, e nuovi sapori. A mettere la ciliegina sulla torta  stata la mitica Alessandra, che ha proposto una variante: preparare i muffins facendosi ispirare da un testo letterario. Di bene in meglio.

Per questa ricetta mi sono ispirata a una canzone di Fabrizio De Andrè, che mi piace in modo particolare. In un periodo segnato dalla guerra come questo mi è sembrato giusto ricordare a che cosa porta tutto questo "impegno negativo".

Attraverso il buio Giovanna d'Arco 
precedeva le fiamme cavalcando 
nessuna luna per la corazza ed il manto 
nessun uomo nella sua fumosa notte al suo fianco. 

Sono stanca della guerra ormai 
al lavoro di un tempo tornerei 
a un vestito da sposa o a qualcosa di bianco 
per nascondere questa mia vocazione al trionfo ed al pianto. 

Giovanna D'Arco ha partcipato all'ultima fase della guerra dei Cent'Anni tra Francia e Inghilterra, così riflettendo e spolverando qualche antica conoscenza di storia, mi sono accorta che inglesi e francesi hanno ben poco in comune, e una di queste poche cose è sicuramente il BURRO. Ed ecco che il mio muffin ha preso vita...


INGREDIENTI  (dosi per 6 muffins)
  • 75g di farina integrale
  • 75g di farina di farro
  • 100 g di burro
  • 60 g di zucchero
  • 50 ml di latte
  • 1 uovo
  • 4g di lievito
  • un pizzico di bicarbonato
PREPARAZIONE
Per cominciare ho naturalmente seguito i numerosi e utilissimi consigli del post di Francy, che consiglio vivamente di leggere e ascoltare. Ho pesato e preparato tutti gli ingredienti sul tavolo, compresa la teglia per i muffins e i pirottini colorati.
Ho setacciato le due farine, il lievito, e il bicarbonato. Ho poi aggiunto 3/4 dello zucchero totale e l'uovo. Al posto del burro morbido però l'ho fatto sciogliere in un pentolino con un quarto dello zucchero previsto dalla ricetta; questo perchè è stato di gran lunga più facile amalgarlo all'impasto. HO indfine aggiunto il latte e il burro all'impasto. Non spaventatevi se l'impasto è duro: il mio ha rotto una piccola frusta mentre mescolavo, ma il risultato è stato comunque buono e non un mattone. 
Come ho specificato Francy, non ho girato molto l'impasto ma solo il minimo necessario affinchè gli ingredienti si mischiassero. Mi sono aiutata con un cucchiaio per riempire i pirottini e ho infila in forno: preriscaldato a 190°C, e poi fate cuocere a 180° per 20 minuti (a me sono bastati per ottenere anche la doratura esterna, ma voi valutate seconodo il vostro forno). 


Non so quanto si capisca dalla foto, ma il risultato è stata una gradevole crosticina esterna e tanta morbidezza all'esterno.

Vi consiglio di mangiarli caldi o tiepidi, perchè da freddi risultano un po' stopposi (a meno che non li imbeviate in lette, caffè, o thé).

Ogni muffin vale 5 punti

Questa è una versione piuttosto basic dei muffins, dedicata al burro visto come punto d'incontro tra Francia e Inghilterra.


Mentre io sperimento la versione salata, fatemi sapere cosa ne pensate!

Buon MTC!

:*

28 commenti:

  1. Ciao Chiara! Il burro come fil rouge fra le due nazioni è una bella pensata, come molto bella è la tua idea di legare la ricetta alla canzone di De Andrè, cantautore poetico e inarrivabile, che ha scelto un’eroina del passato per condannare le atrocità della guerra e sottolineare l’inutilità di questo “impegno negativo”.
    Si vede la morbidezza dei tuoi muffins, eccome, il burro c’è e si vede. Ma onde evitare la rottura di altre fruste o spatole, ti consiglio di aumentare leggermente i liquidi, visto che le farine che hai usato ne assorbono maggiormente, indurendo l’impasto.
    Ottimo inizio, attendo la versione salata!!
    Grazie infinite e un bacione!


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Franci!
      Siciramente sperimemterò altre mille ricette, con tutti i tuoi preziosi consigli!
      ;*

      Elimina
    2. meno male che ho letto prima il commento della Franci, perchè stavo per scrivere la stessa cosa: aumenta i liquidi, perchè le farine utilizzate ne richiedono un po' di più. Se non vuoi usare il latte, per la dieta, prova a fare il latticello in casa: metà latte parzialmente scremato, metà yogurt (meglio se intero), 5 minuti di riposo e via. diminuisci leggermente i tempi di cottura- e vedrai che morbidezza, anche da freddi!

      Elimina
    3. Ma grazie Ale!
      Guarda lo proverò sicuramente perché, come ho già detto, sfornerò muffin almeno una volta al mese ora che li ho scoperti!
      :*

      Elimina
  2. i tuoi muffin sono molto soffici e muffinosi, si vede, e mi piace molto anche la canzone che hai scelto per accompagnarli. adoro de andré!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille.
      Devo dire che per essere stato il primissimo esperimento sono soddisfatta. Erano semplici,ma buoni!
      :*

      Elimina
  3. Che golosissima ricetta Chiara, complimenti..mi hai fatto venire un certo languorino..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie Consu! :)
      Sono cotenta che, nella loro semplicità, ti siano piaciuti.

      :*

      Elimina
  4. complimeti! Morbidi qb e con De Andrè....un mito!

    RispondiElimina
  5. Risposte
    1. Si cara Cristiana, domenica su questi schermi!
      :*

      Elimina
  6. Se tu fossi nata prima, la guerra dei cent'anni non sarebbe durata tanto: i tuoi muffins avrebbero portato la pace molto tempo prima!!! ;-)
    Bravissima e un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah, grazie cara Mapi.
      La cucina effettivamente potrebbe essere un'ottima soluzione diplomatica :*

      Elimina
  7. Secondo me, si farebbero la guerra pure sul burro: il Devonshire contro la Normandia, te li immagini? ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahah in effetti considerando i temperamenti potrebbe anche darsi :) ;)
      :*

      Elimina
  8. Che bella idea legare Francia e Inghilterra con il burro! E De Andrè è sempre un mito! Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Che belli!....sei sempre bravissima!!!Io ti abbraccio forte, Ale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie, cara Ale.
      Tu sei semrpe genitlissima a passare!
      :*

      Elimina
  10. La guera è guera...... e che guerra alle tentazioni i tuoi muffins.
    L'abbinamento con DeAndrè è azzeccatissimo poi.
    Brava
    Nora

    RispondiElimina
  11. Mi piacciono un sacco;bravissima!!
    Un abbraccio.
    Vera

    RispondiElimina
  12. Chiara sono davvero semplici e delicati questi muffin, complimenti! Un bascione!

    RispondiElimina
  13. Che roba, mentre leggevo il post mi figuravo a intingere uno di questi meravigliosi dolcetti in una bella tazzona di latte..
    Adesso che ho finito di leggere il post, continuo a figurarmi intenta a intingere uno di questi meravigliosi dolcetti in una bella tazzona di latte..
    indovina come va a finire...
    <3<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando ho letto la sfida mensile ho pensato:" cavolo, se Greta avesse partecipato...ne preparava di belle!!"
      Sono contenta che ti siano piaciuti!
      E che sei tornata!! :D :D :***********

      Elimina